Елена (anabelle215) wrote,
Елена
anabelle215

Художник Fausto Agnelli (Лугано, Швейцария, 1879-1944)

Художник Fausto Agnelli (Лугано, Швейцария, 1879-1944)

6204723_tumblr_nume8wEEgF1rcr5dwo1_1280 (700x686, 272Kb)

Fausto Agnelli (1879 - 1944). Cavaliere e fate, 1910-15


The Gate - Fausto Agnelli

Fausto Agnelli. Испуганный кот.

Carnival - Fausto Agnelli

6204723_Paesaggio_ticinese__San_Martino_a_Sonvico (588x700, 217Kb)

Paesaggio ticinese - San Martino a Sonvico

6204723_tumblr_numee6CCpY1rcr5dwo1_1280 (697x700, 240Kb)

La donna dei pavoni, prima del 1913

6204723_tumblr_numdooxCsm1rcr5dwo1_1280 (700x588, 221Kb)

Fausto Agnelli  (1879 - 1944). Landscape

О художнике без перевода

Di famiglia patrizia luganese discendente dal ramo dei tipografi, nasce nel 1879. Dal 1897 al 1900 risulta iscritto all’Accademia di Brera a Milano, successivamente prosegue la formazione da autodidatta. A Venezia, negli anni Dieci, frequenta con profitto l’ambiente di Ca’ Pesaro. Fra le rare presenze espositive si segnala la sua partecipazione alla Mostra internazionale di Monaco (1909) e alla Mostra internazionale di Lipsia (1914) e ad altre rassegne collettive svizzere e italiane come la Fiorentina primaverile (1922) e la Biennale di Venezia (1926). Tiene la principale mostra personale nel 1929 al Salon Brendlé di Zurigo (1929) e partecipa alla Mostra ticinese d’arte del Castello di Trevano a Lugano (1937). È membro della giuria alla Mostra nazionale di Ginevra (1922) e di Zurigo (1929). Nel 1929 vince il concorso per il monumento all’aviatore Adrien Guex eretto sul valico alpino del Gottardo. Parallelamente alla sua attività artistica, svolge sulla stampa ticinese puntuali esercitazioni critiche sui colleghi del suo tempo. Nel 1944 l’artista muore a Lugano, la città teatro della sua pittura, che nel 1952 a Villa Ciani gli dedica un ampio riconoscimento postumo.
L’esigua carriera di artista autodidatta condotta da Fausto Agnelli si distingue in tre momenti: la fase giovanile impregnata di cultura simbolista; il capitolo novecentesco che contempla soggetti legati alla reiterata raffigurazione delle maschere di carnevale, fissate sotto i portici della piazza della Riforma di Lugano, e la tarda parentesi dedicata alla costruzione del motivo di paesaggio della campagna luganese. Di speciale rilievo critico la fase iniziale risalente ai primi anni del Novecento, quando l’artista a Venezia frequenta l’ambiente capesarino entrando in contatto con la cultura simbolista viennese. La sua immagine letteraria, talvolta di argomento spettrale, accoglie fiabe e leggende medievali di gusto tardonovecentesco (Cavaliere e fate, Bellinzona, Museo Villa dei Cedri). Il suo linguaggio dall’esordio registra uno spiccato interesse per la sperimentazione divisionista; ricorre come nel pittore veneto Vittorio Zecchin l’uso della tecnica in aplat e di stilemi legati all’astrazione decorativa.
Opere: Bellinzona, Museo Villa dei Cedri; Lugano, Museo cantonale d’arte; Lugano, Museo civico di belle arti.
Matteo Bianchi, 2004  -
http://www.faustoagnelli.com/ - сайт о художнике

Оригинал записи и комментарии на LiveInternet.ru
Tags: fausto agnelli, живопись, живопись 20 века, зарубежная живопись, швейцарские художники
Subscribe

Posts from This Journal “живопись 20 века” Tag

  • Post a new comment

    Error

    Anonymous comments are disabled in this journal

    default userpic

    Your reply will be screened

  • 0 comments